Tecnologie innovative, macchine intelligenti, realtà aumentata, manifattura additiva, internet of things, interconnessione, monitoraggio dei processi produttivi attraverso Big Data.
Tutto questo è Industry 4.0, una rivoluzione che definisce un nuovo modello produttivo a beneficio di un incremento della produttività e della qualità dell’industria manifatturiera grazie a maggiore flessibilità, velocità di produzione e ottimizzazione del monitoraggio dei processi in tempo reale.
Il nuovo paradigma consente alle aziende di accrescere la propria competitività sul mercato, consolidando il proprio ruolo lungo l’intera catena del valore: dalla progettazione, alla produzione fino alla fornitura del bene per arrivare ai sistemi logistici e di distribuzione.

Per dare impulso a questa trasformazione e per coinvolgere l’intero tessuto produttivo, spesso costituito da PMI, sono necessarie risorse, investimenti e competenze, per mantenere e migliorare i primati che la manifattura italiana può vantare a livello Internazionale.

È per questo che il governo attraverso l’emanazione del Piano Nazionale Industria 4.0, ora Transizione 4.0, a partire dal 2017 ha previsto misure fiscali di incentivo e stimolo agli investimenti privati in tecnologie hardware e software aderenti al paradigma industria 4.0. Il credito di imposta, che ha sostituito dal 2020 l’iperammortamento, è il beneficio fiscale maggiormente rilevante di cui le imprese possono beneficiare per compiere la Transizione 4.0 che consentirà loro di migliorare la competitività e raggiungere una maggiore efficienza produttiva attraverso l’integrazione del mondo fisico con quello digitale.

Per l’accesso al credito di imposta per beni Industria 4.0 è richiesta l’attestazione del rispetto delle condizioni tecnologiche previste dalla normativa – obbligatoria per gli investimenti superiori a €300.000 per singolo bene e facoltativa per quelli di importo inferiore. L’attestazione di conformità rilasciata da un organismo di certificazione accreditato, come ICIM, fornisce una importante garanzia sulla corretta applicazione dei requisiti di legge a tutela dell’investimento sostenuto dall’impresa, scongiurando il rischio di contenziosi.

Per maggiori informazioni: industry4.0@icim.it, +39 02 72534266, +39 388 11 35 287





In questa sezione sono raccolti tutti i documenti ufficiali, la documentazione sulle modalità di accesso ai benefici fiscali, gli aggiornamenti rispetto alle tematiche di maggiore rilievo e ai progressivi pronunciamenti del MISE e dell’Agenzia delle Entrate.

La barra di ricerca permette di reperire i testi di interesse per parole chiave, per autore e per fonte.






Qui trovi tutte le informazioni relative ai temi connessi ad Industria 4.0 e la documentazione aggiornata sulle modalità di accesso ai benefici fiscali. In questa sezione sono raccolti articoli di scenario e approfondimenti elaborati da ANIMA Confindustria, ICIM, UCIMU-SISTEMI PER PRODURRE e fonti diverse, per offrire un quadro completo del progredire delle iniziative relative a Industria 4.0.
La barra di ricerca permette di reperire i testi di interesse per parole chiave, per autore e per fonte.